mercoledì 19 febbraio 2014

Corn muffin di Martha Stewart e ribadisco che sono una cattiva lettrice!!!

Spesso quando le ricette non vengono si pensa che è la ricetta a non andare.
A volte, è anche vero.
Ma più spesso, non lo è!
Se è vero che si seguono le indicazioni per come sono state date e il risultato è deludente, allora abbiamo ben donde di sostenere che non va.
Ma se facciamo anche delle piccole modifiche, sopratutto se son dolci, ci dovremmo anche porre il dubbio: "Sono state le mie modifiche o è la ricetta che non va?"
Perché tutto questo preambolo? 
Perché ho rifatto una ricetta del libro di Martha Stewart, Martha's American food, ricetta presa da La Gaia Celiaca e non mi è venuta bene
Io di Gaia mi fido al 100%. No, di più!
Così se lei dice che son venuti buoni, perché a me son venuti male?
Vero è che io non li ho mangiati subito, come ha fatto lei, ma solo l'indomani.
Però mi sono interrogata, per capire dove stava l'inghippo e parlando con Gaia ho capito dove stava e non è  colpa di Gaia  di Martha
E ora vi dico anche perché.
P.s. vi trascrivo la ricetta come l'ha scritta Gaia e poi vi dico cosa ho fatto io voi fate come lei!




"Corn muffin 
Tratto da una ricetta di Martha Stewart in "Martha's american food"


Ingredienti
  • 1 tazza + 2 cucchiai di farina da polenta gialla (¶)
  • 1/2 tazza g di farina di riso senza glutine (¶)
  • 1/4 di tazza g di fecola di patate (¶)
  • 1/4 di tazza di amido di mais (¶)
  • 1 cucchiaio di lievito chimico (¶)
  • 1 cucchiaino da tè di sale
  • 1/4 di tazza di olio insapore (io mais)
  • 4 cucchiai di burro fuso
  • 2 cucchiai di miele neutro (io di sulla)
  • 2 uova intere
  • 1 tazza di latte intero parzialmente scremato

Gli ingredienti contrassegnati con il simbolo (¶) sono alimenti a rischio per i celiaci e per essere consumati tranquillamente devono avere il simbolo della spiga barrata, oppure essere presenti nel prontuario dell'Associazione Italiana Celiachia, o nell'elenco dei prodotti dietoterapici erogabili, o riportare la scritta SENZA GLUTINE sulla confezione.

Preparazione

Setacciare insieme la farina di riso, l'amido di mais, la fecola di patate, la farina da polenta, lo zucchero e il sale.

In un'altra ciotola mescolare il latte, le uova sbatttute, il miele, l'olio e il burro fuso. Mescolare bene e mischiare agli altri ingredienti.
Riempire 12 (a me 14) stampini da muffin fino a 1 cm dal bordo, e a far cuocere, nel forno precedentemente scaldato a 180° per una ventina di minuti, finché il solito stecchino non esce pulito.

Servire tiepidi o a temperatura ambiente, accompagnati da miele".


Come al solito io leggo la ricetta, ma sono una pessima lettrice, così, dopo aver preparato tutti gli ingredienti, invece di metterli in due ciotole separate, da una parte i liquidi e dall'altra i solidi, ho messo tutto insieme e ho fatto andare come se fosse una torta normale
Ed ecco l'errore! 
I muffins, si sa, si fanno solo così, punto e basta.

E così, partecipo allo Starbooks Redone, ma stavolta, non viene bocciata la ricetta, ma l'esecutrice disattenta e cioè io!






Corn muffins (from Martha Stewart)
ingredients
1 cup + 2 tablespoons flour for polenta 
1/2 cup of rice flour
1/4 cup of potato starch 
1/4 cup cornstarch
1 tablespoon baking powder 
1 teaspoon of salt
1/4 cup of tasteless oil 
4 tablespoons melted butter
2 tablespoons mild honey 
2 whole eggs
1 cup of whole milk

preparation
Sift together rice flour, corn starch , potato starch , flour for polenta , sugar and salt.
In another bowl mix the milk , beaten eggs , honey , olive oil and melted butter. Stir well and mix with the other ingredients .
Fill 12 muffin molds up to 1 cm from the edge , and bake in pre-heated oven at 180 degrees for about twenty minutes , usually until the toothpick comes out clean.

Serve warm or at room temperature , accompanied by honey. 

A presto
Stefania Oliveri

21 commenti:

  1. Mi hai fatto morire :D però anche questo è utile, per far capire che a volte le ricette non vengono bene per nostri errori e non sempre per colpa altrui :D
    Grazie!!!

    RispondiElimina
  2. Eheh, capita, capita eccome di essere disattente nel leggere ed eseguire una ricetta, soprattutto (per quanto mi riguarda) quando ho fretta e non mi preparo prima per benino gli ingredienti.
    Mi piacciono molto questi muffins gialli e rustici.. assolutamente da provare!

    RispondiElimina
  3. che donna!
    una che ammette i propri errori e fa ammenda pubblicamente....
    buoni pero' i muffin!
    un abbraccio grosso
    Sandra

    RispondiElimina
  4. Come hai ragione!! La cosa capita spesso anche a me: sbaglio perchè scordo di aumentare oi dimezzare un ingrediente della ricetta quando aumento o diminuisco la quantità un disastro!

    RispondiElimina
  5. Ahahahhaha eh vabbè dai, capita a tutte di sbagliare x disattenzione!...ottimi comunque!

    RispondiElimina
  6. mi sa mi sa che io questa ricetta l'ho già provata e mi sa mi sa che ho fatto il tuo stesso errore....devo riprovarli :D

    RispondiElimina
  7. ma che belli questi muffins e tu stefy, sei sempre una simpaticona! bacio

    RispondiElimina
  8. Anche io ho il viziaccio di variare gli ingredienti ed i procedimenti!!! Poi piango sui miei errori. Ma sbagliare serve anche per imparare.
    Un bacione.
    Ps. quando passo da te ritrovo sempre il sorriso! Grazie.

    RispondiElimina
  9. Cara Stefania sei in buona compagnia con me, solo che io sono una pessima lettrice anche in ufficio ahimé, e pure sulle note (sul diario) dei miei ragazzi riesco a leggere in modo approssimativo! Un disastro ti dico... scambierei volentieri i tuoi muffin, che a me paiono bellissimi e di cento anche buoni), con qualcuna delle mie sviste :((
    un bacione

    RispondiElimina
  10. invece secondo me ci sta che non reggano al giorno dopo. ci ho ripensato.
    fra farine senza glutine (che seccano) e farina da polenta (che è tutto fuorché morbida) il giorno dopo è probabilissimo che siano duretti.
    quindi non ti strappare troppo le vesti che continuo a pensare che sia colpa mia che non ne ho lasciato uno per l'indomani.
    e in ogni caso la tua foto è favolosa. ben più della mia!

    RispondiElimina
  11. Stefania!!
    sapessi quante volte sbaglio io!!!
    ahahah però ora mi avete incuriosita ...mi sa che provo a "non sbagliare" pure io :P
    baciotto

    RispondiElimina
  12. adoro i dolci con la farina gialla; splendidi muffins!!!!

    RispondiElimina
  13. Stefy!!!! allora mi consolo, non sono l'unica a fare degli arrosti soprattutto con i dolci, io cambio sempre le dosi e gli ingredienti e poi dò la colpa al forno se non crescono....ahahaha!!!! che ci vuoi fare noi blogger siamo fatte cosi, comunque l'importante è che poi hai capito dove stava l'inghippo e hai risolto!!! un abbraccio cara!
    maddy

    RispondiElimina
  14. Ma sai che capita anche a me di non dare importanza a tante cose, come per esempio il setacciare la farina con il lievito che sembra magari una sciocchezza ma che è fondamentale secondo me per i dolci. Avrei fatto anche io la stessa cosa che hai fatto tu, abbiamo sempre molta fretta :-) Come sempre ricetta segnata per il cugino Riky ma non solo :-), buona serata!

    RispondiElimina
  15. sei il mio mito stefania!!!! :D
    io una volta sono riuscita a fare la pasta e fagioli senza... la pasta! e sì che avevo la ricetta davanti! ;)
    un abbraccio e grazie per aver partecipato!

    RispondiElimina
  16. Tu sei unica!!! Comunque hai ragione, perché, proprio con una ricetta della Stewart, avevo avuto un problema. Erano le frittelline di mais e cipolle. Le ho rifatte e ho capito che avevo sbagliato io la prima volta... ;)

    RispondiElimina
  17. Corn muffins da urlo!!,e anche io mi fido ciecamente di Gaia :-)

    RispondiElimina
  18. tesoro ma hai provato a rifarli con il metodo corretto? a volte magari è solo questione di gusti personali che non piacciono le ricette anche delle più famose, come è successo a me ;-)
    ti scrivo questo perchè non ho capito se non ti è piaciuto il gusto oppure non sono proprio venuti!

    RispondiElimina
  19. Hahahaha! Sai che è capitato anche a me di leggere di fretta le ricette e rimanerne delusa, salvo poi accorgermi che il pollo ero io? ;-)

    RispondiElimina

Dimmi la tua...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails