venerdì 21 dicembre 2012

Un primo natalizio: Caserecce carciofi e polpa di granchio

Lo so che oggi tutti parlano dei Maya.
So anche che oggi tutti parlano della fine del mondo.
E so pure che nessuno si filerà un primo natalizio... 
A chi importa un primo per questo natale, se il natale non ci sarà?
Io, però, l'ho mangiata prima e quindi, se avrete il tempo di leggere questo post, sappiate che me l'ha fatto mettere nella top ten da presentare alla Garofalo, e me l'ha fatta mettere nella lista dei desideri mangerecci natalizi...
Infine, so anche che per adesso siete tutti più interessati a dolci e biscotti (a natale non si è tutti solo più buoni, ma anche tutti molto più dolci! ;) ), e anche io sono stata sommersa dalla produzione di dolci e biscotti natalizi, che regalerò... Perché allora non posto queste ricette molto più attrattive? Perché sono già tutti confezionati e quei pochi (ehm), che avevo lasciato per casa, li ho finiti ieri sera, pensando che forse non ci sarebbe stato più tempo per mangiarli... Meglio morire grasse e felici, che magre e infelici? O no?
E se sopravvivo? Magari li rifaccio, li fotografo e ve li posto! :D



Casarecce Carciofi e polpa di granchio
Ingredienti per 4 persone:
320 gr di casarecce
10 carciofi
1 cipolla
mezzo bicchiere di vino bianco
1 scatola di polpa di granchio
qualche goccia di tabasco
In sé la ricetta è abbastanza semplice, anche se un po’ lunga per via della preparazione dei carciofi. Lavate i carciofi e sfogliateli fino alle foglie più tenere. Tagliate quindi la punta, e poi tagliateli ancora a spicchi e metteteli in acqua acidulata (per non farli scurire).
Affettate la cipolla e mettetela a stufare con un po' d'olio e un po’ d’acqua (o altirmenti soffriggetela solo con un po’ di olio). Quindi versate i carciofi e fate sfumare con il vino. Fate cuocere, coprendoli con un coperchio, fino quando non saranno morbidi. A questo punto io li ho frullati e ho aggiunto la polpa di granchio e ho fatto saltare per un altro minuto. Aggiungete qualche goccia di tabasco (attenzione a non metterne troppo, se non vi piace il piccante).
Lessate la pasta in abbondante acqua salata per 5 minuti (non di più, mi raccomando) e trasferitela nella padella con il condimento per farla insaporire. Conservate una tazza di acqua della pasta per aggiungerla qualora vi sembri troppo asciutta. Servite ben calda.
Suggerimenti:
-secondo me ci sta benissimo anche una nota croccante, per cui tosterei dei pinoli e li aggiungerei sopra.

A presto, almeno spero!

Stefania Oliveri

13 commenti:

  1. Invece siamo ancora qua, grasse e...felici lo stesso :)
    Tesoro Buon Natale!

    RispondiElimina
  2. Per me sei SEMPRE interessante e "attrattiva" qualsiasi piatto presenti :)

    Già copiato! Auguroni di serene feste

    RispondiElimina
  3. mi sembrano perfette!gustosissime!

    RispondiElimina
  4. mi piace molto quell'abbinamento carciofi e pesce

    RispondiElimina
  5. ma che bel piatto!! un mondo di auguri a tutti voi, buon Natale :-D

    RispondiElimina
  6. la fine del mondo non c'è stata, il Natale ci sarà ma non mi va...il primo invece lo guardo :) un bacio tesoro

    RispondiElimina
  7. hai messo insieme nell'ordine: verdure che adoro - carciofi! - i gamberi - che amo! - il formato di pasta tra i miei preferiti e la marca di pasta, l'unica che utilizzo da 10 anni a questa parte. Cosa vuoi che ti dica...mi spazzolerei questo piatto, ora... anche se ho già cenato! Buone feste:-) baci

    RispondiElimina
  8. Ottimo piatto,anche secondo me qualche pinolo tostato sarebbe favoloso.Qui ho uno spacciatore che mi procura bustine di polpa di granchio non pastorizzata da una libbra.Costano un'occhio della testa ma e' goduria pura...
    Auguroni di buone feste e delle cose migliori!

    RispondiElimina
  9. mi hai convinta, la metto anch'io nella mia top ten mangereccia!
    un abbraccio e auguri per un natale e un nuovo anno pieno di serenità!

    :***
    roberta

    RispondiElimina
  10. Buone feste carissima Stefania, tanti auguri a tutta la famiglia!

    RispondiElimina
  11. No, i Maya hanno toppato. E per fortuna, sennò questa ricetta quando l'avremmo vista? Auguri!

    RispondiElimina

Dimmi la tua...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails