venerdì 14 dicembre 2012

Alex è ... in Svezia!

Se le temperature fossero sempre queste, io non avrei problemi di invecchiamento. Sì, credo che l'ibernazione sia la miglior cura contro l'invecchiamento... sempre che non avessi i tre pargoli che mi fanno penare... Ma l'ibernamento pare sia l'unica soluzione reale!
E così, la mia scuola si è attrezzata! Ad esser sincera, i riscaldamenti ci sono, ma piccoli piccoli, e non sempre funzionanti, ma ci sono.
Però, sì è rimediato, a questa svista e così una marea di piccoli spifferi, moltiplicati per la marea di grandi finestre che ci sono per stanza e per piano, fanno una grande corrente e quindi una grandissimo freddo! Oh yes! Per lo meno supplisco ai tre pargoli...
E sono felice. Io, così, mi mantengo ibernata e quelle antiestetiche rughe che si formano per via del sole e del caldo, non arriveranno...
In bagno poi si arriva allo shock termico, e se si riesce ad uscirne vivi, per i trenta minuti successi, l'intervento del chirurgo sarà assolutamente superfluo. 
E poi, la scienza in atto, la trasformazione da liquido in solido, in forma di stalattiti, della pipì. E siccome, si sa, che "chi fa impara",  invogliamo tutti i nostri discenti a fare l'esperienza sul campo...
Ad onor del vero, devo confessare che a scuola ho portato un cappello, un paio di guanti (quelli con i polpastrelli liberi, per poter tenere la penna), una sciarpa e un poncho, che indosso appena arrivo. Perché abituata al tepore esterno, questo sbalzo di temperature, così repentino, mi fa temere di non riuscire ad arrivare in classe. Ma superato il primo impasse, poi ripongo tutto, perché non voglio sciupare gli effetti benefici del freddo...
Ovviamente l'ascensore non funziona sempre, e così, si rischia, di produrre calore salendo quelle due/tre rampe di scale... Però, si sa (anche questo), la ginnastica fa bene e in più è a gratis, cosa volere di più? Anzi, quasi quasi, proporrei un piccolo obolo da versare...
Anche il bue e l'asinello, nonostante i 30 alunni per classe si rifiutano di entrare, ma la verità è che non capiscono perché scaldare i somarelli, loro sono abituati a personaggi illustri.
Peccato che fra poco ritornerà il caldo e le temperature in ogni classe raggiungeranno i 40°. Però, è pur vero che la sauna svedese, prevede sbalzi di temperature così repentini ... E allora di cosa ci lamentiamo? Noi abbiamo la Svezia in Sicilia!

E in questo clima, poco tropicale, è nato il nostro Alex... In realtà forse doveva essere Simba... Ma volete mettere, Alex è molto più simpatico!


Questa è una torta fatta per un cucciolino di 5 anni, che è rimasto stupito e contento della sua torta e che l'ha perfino mangiata tutta, diversamente da come succede di solito per le torte di compleanno... Sono o non sono soddisfazioni, queste?
Torta Alex
Base:
torte alla nutella divisa in due teglie da 22 cm
ngredienti
500 gr nutella home made*
9 uova di gallina codice 0 o 1
9 cucchiai di fecola
16 cucchiai di zucchero
100 gr burro
2 bustine di lievito
1 cucchiaino da thè di vaniglia bourbon liquida
Per prima cosa montare i bianchi a neve. Montare la nutella con il burro; a parte montare i tuorli con lo zucchero, unire la fecola e il lievito, la crema di nutella e infine aggiungere le chiare montate a neve. Rivestire due stampi circolari, con carta forno inumidita e versare il composto. In forno a 180° per 40'. In ogni caso vale sempre la prova stecchino.

Bagna:
100 ml di latte
1 cucchiaino da tè colmo di Nesquik
Riscaldare un po' il latte (io al microonde) e aggiungere il Nesquik e mescolare. Bagnare le basi.

250 gr di mascarpone
150 gr circa di latte condensato zuccherato
250 gr di panna montata non zuccherata
200 gr di Nutella
Lavorare il mascarpone fino a renderlo cremoso..poi unire sempre montando il latte versandolo a filo. Deve risultare una crema densa. Se dovesse sembrarvi troppo liquido il composto, basta aumentare la velocità e lasciate montare per un altro po'. Quindi unire a poco a poco la Nutella ed infine la panna montata delicatamente in più riprese. Ricoprite il primo strato di torta e adagiate sopra un altro strato sul quale stenderete pochissima crema.

150 gr burro a temperatura ambiente
250 gr zucchero a velo
1 cucchiaio di latte 
Lavorate il burro a pomata e aggiungete lo zucchero , otterrete una crema liscia e morbida, aggiungete il latte solo se ritenete sia necessario ( a me non è servito!!!).
Spalmate la crema al burro su tutta la torta e rimettetela per almeno un'altra ora in frigo.
A me è rimasta tanta crema al burro, perché ho fatto uno strato sottilissimo...A questo punto la torta sarà pronta per essere decorata con la Pasta di zucchero, che stenderete sottile, ricoprite la torta, e rifinitela bene.


Effettivamente è un po' lunga e richiede diversi giorni di preparazione, che sono svaniti nel giro di 5 minuti... Ma volete mettere la soddisfazione di vedere un cucciolo e i suoi genitori felici?

A presto
Stefania Oliveri

11 commenti:

  1. Dirti brava è poco.
    Dirti bravissima pure.
    Che dirti quindi?
    Sei SUPER ^_^

    RispondiElimina
  2. Divertente il tuo racconto anche se mi spiace che stiate al freddo; ancora complimenti per la torta, Alex ha una faccia così simpatica, anche io lo preferisco a Simba ciao

    RispondiElimina
  3. non ho parole! spettacolare! ma come hai fatto il leoncino? c'è uno stampo adatto o a mano libera? bravissima :-D

    RispondiElimina
  4. La torta è bellissima, e il fatto che il cucciolo l'abbia gradita, lo è ancora di più! E poi, con una torta così, vi sarete sicuramente scaldati, con tutti i pro e i contro... :-)))

    RispondiElimina
  5. Se vuoi ibernarti conosco un posto fantastico, ma non voglio essere noiosa quindi non mi ripeterò :-)
    Sono ingrassata tre chili solo a leggere la ricetta della tua torta, ma neè valsa la pena :-) e sono d'accordo, Alex è molto più simpatico

    RispondiElimina
  6. Ibernati anche noi a Bologna, se la nostra pelle ne trarrà beneficio ben venga anche la neve...che poi fa molta atmosfera in questo periodo! La torta è stupenda, e come poteva non mangiarla il piccolo Alex? Nutellosa, bellissima da ammirare...
    Bacioni da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  7. Ti ho immaginata in ogni singola scena e ti giuro che ho fatto leggere il post al maestro di casa che ha beatamente sorriso!!!!! Gli parlo spesso di te sai? E gli faccio leggere i tuoi post :-))).
    Ma quanto sei brava????? Quell'Alex se lo vedesse la Lucy farebbe come il festeggiato, se la papperebbe subito!!! Un bacione venere surgelata!!!!
    p.s. vuoi mettere che giovamento per la cellulite????

    RispondiElimina
  8. E grazie al freddo, mantenendoti giovane, la tua abilità si centuplica :DDDD
    Complimenti grandi: è bellissima :D

    RispondiElimina
  9. bellissima, spiritosa e azzeccata nei colori!!!!
    bravissima!!!!!

    RispondiElimina
  10. Riesco finalmente a commentare, da una Milano gelata ed innevata che nella tua bella Sicilia potrebbe sembrare strana.
    Il freddo lo odio anch'io, pur essendo *polentona* sono pure freddolosa! Quanto al fatto che il freddo aiuti ad allontanare il pericolo rughe non saprei, sono così tonda che le *stiro* da me ;-)
    Bellissima la tua torta e splendido ALEX... se la vede mio figlio la chiede per il suo compleanno, sicuro!
    Ogni tanto mi cimento anch'io nei decori con la PdZ ma... mai con personaggi. Brava la nostra prof ibernata!
    Nora

    RispondiElimina
  11. Ma sei anche brava con la sugar paste! Ma quante dote nascoste hai??? Senti, ma se ti mando aff.... ehm mi censuri? Ma se avete 18 gradi a Palermo! Qui siamo sommersi di neve da una settimana, ma per fortuna direi, così almeno siamo a 0 gradi, altrimenti settimana scorsa si era a -5°! Grrrrrrrr

    RispondiElimina

Dimmi la tua...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails