venerdì 16 marzo 2012

Crepes dolci senza glutine e un chiarimento per il contest delle (st)Renne sulle donne (st)raordinarie

Mi preme fare un piccolo aggiornamento relativamente al contest delle (st)Renne sulle “donne (st)raordinarie” di questo mese.
Mi dispiace sapere che ci sia stato qualcuno che si è lamentato perché una ricetta è stata esclusa e un’altra no. Ma il fatto che mi dispiace di più è che la lamentela non sia stata rivolta a me direttamente, ma a qualcuno che l’ha detto a qualcun altro, che ha riportato a qualcun altro ancora, fino a quando non è giunta a me. Per questo motivo e a scansi si equivoci, gradirei che qualsiasi rimostranza (a torto o a ragione) venisse rivolta direttamente a me, in maniera tale da poter dare io qualsiasi informazione o chiarimento mi venisse chiesto.
Il contest è rivolto a ricette dedicate a donne (st)raordinarie… Che vuol dire? Vero è che tutte le nostre mamme, zie, cugine e parenti varie sono donne straordinarie, nessuna esclusa, ma proprio per questo non le abbiamo inserite nel nostro contest. Ci sembrava una mancanza di rispetto verso quelle che non sarebbero state menzionate… Vero è anche che la mia postilla, relativamente all’esclusione delle parenti) è uscita in un secondo momento, ma non perché mi fosse arrivata una ricetta a tal proposito, ma perché io scrivo di notte (come in questo momento) e poi programmo per la mattina presto, quando sono in tutt’altre faccende affaccendata e poi sono a lavoro. Rientro a casa non prima delle 14 e il tempo di cucinare, fare qualche foto, mangiare e rassettare, si fanno le 16,30. Spesso ci sono figli da far studiare, da accompagnare, rientri a scuola, per cui il più delle volte mi metto al computer a sera tarda e qualche minuto rubato qua e là durante la giornata. Scrivendo di notte io sono abbastanza rincitrullita, per cui spesso e volentieri dimentico di sottolineare cose fondamentali, come stavolta, e di questo mi scuso. Per questo la mia aggiunta è stata fatta in un secondo momento… Voglio sottolineare però che il contest (anche se gluten free e quindi fortemente voluto da me) è a cura di altri 4 blog: Menù Turistico, Assaggi di Viaggi, Cuocicucidici e L’apple pie di Mary Pie e il primo post è sempre di Menù Turistico, che pubblica ogni lunedì. Nel suo post invece è chiaro (ed era stato scritto immediatamente) che la categoria parentale era esclusa. Ripeto, categoria parentale, cioè niente mamma, zie, prozie, nonne, bisnonne, cugine, o donne legate da vincoli di parentela, almeno che queste non fossero personaggi noti, ad esempio un ministro, una show girl (e non mi riferisco solo a Cicciolina!).
Infine, voglio sottolineare anche che per “donne (st)raordinarie” intendiamo donne conosciute ai più, anche non realmente esistite: personaggi di libri, cartoni animati, storici, attrici, chef, scrittrici, giornaliste, ecc. ma noti. Per eroine di libri non intendo solo Lucia dei Promessi Sposi, ma anche una minore, di un libro anche non notissimo, basta che ci diate la motivazione del legame fra ricetta e personaggio e per noi va benissimo.
Inoltre tutti coloro che hanno già partecipato, ma sono stati avvertiti di non essere in regola, possono ancora partecipare, anche con la stessa ricetta, ma trovando un legame anche con un’altra donna. Le ricette rientreranno felicemente in gara. Qualora non volessero rientrare in gara, ma volessero lo stesso partecipare fuori concorso, me lo facciano sapere. Ricordo ad alcuni che io aspetto ancora delle risposte che non sono arrivate…
Adesso spero sia tutto chiaro e non ci siano più dubbi al riguardo. In ogni caso non esitate e contattarmi (anche in privato se lo gradite) per ulteriori chiarimenti. Sono a vostra completa disposizione!
Infine voglio sottolineare a chi anonimamente ci ha accusato di sapere già chi siano i vincitori, che non essendo muniti di palla di cristallo, non riesciamo a sapere nemmeno chi siano i partecipanti! Ricordo infine che questo è un contest nato per sensibilizzare le persone ai problemi dei celiaci e mi farebbe piacere che rimanesse un contest di solidarietà, come lo è stato finora, e non di polemiche. Ricordo inoltre che ho partecipato a migliaia di contest e non ho mai vinto niente, ma non mi sono mai sognata di pensare che fossero truccati. Ognuno ha il suo metro di giudizio. Ricordo ancora che i blog coinvolti sono 5 e 7 sono i giudici.



Ora se siete arrivati fin qui e avete ancora voglia di leggere, vi lascio una ricetta delle crepes senza glutine per l’MTC, che non ho mai vinto! Pur avendo delle difficoltà maggiori nella realizzazione di molte preparazioni, e pur essendomi cimentata la penultima volta con una farina a dir poco ostica e particolare come quella di lenticchie, realizzando delle tagliatelle molecolari, non ho mai vinto e non sono mai stata presa nemmeno in considerazione. Di solito nel nostro mondo chi parte svantaggiato gode di un bonus… e io non l’ho mai avuto né nei contest (ma è la cosa che più mi fa sorridere) né nella vita (e questo invece non mi fa sorridere affatto). Comunque, stavolta il bonus ce l’abbiamo, perché le tre pazze scatenate dell’MTC, capendo che le farine senza glutine hanno una resa diversa, hanno previsto che le crepes senza glutine possano essere fatte seguendo la nostra ricetta. Io però al principio ho voluto provare la ricetta di Giuseppina, testarda come sono! Ma le farine senza glutine assorbono diversamente i liquidi… Ahimè, ho dovuto constatare, che l’impasto si stracciava. Vero è che avevo il dolce doppio che mi gufava dietro le spalle, però alla fine ho dovuto arrendermi, ho desistito e ho buttato tutto… Non sapete quanto mi sia costato (e non solo in termini morali, ma soprattutto economici… e se andate a vedere qui, capirete anche perché). In ogni caso la domenica mattina ho costretto il dolce doppio a fare le crepes con la sua ricetta, cioè una ricetta base per crepes… e sono venute una meraviglia! Con questa dose ne sono venute 6 salate e 6 dolci e oggi vi lascio solo la ricetta delle dolci.



Per le crepes:
250 ml latte
1 noce di burro chiarificato
125 g farina Biaglut pacco da 1/2 kg!
2 uova
Per il ripieno:
80 gr di mascarpone
5 cucchiai di burro a temperatura ambiente
1 cucchiaino di estratto di vaniglia bourbon
3 cucchiai di Baileys (io home made)
2 cucchiai di caffè raffreddato
½ cucchiaio di cacao amaro in polvere
2 ½ cucchiai di zucchero a velo
Per la finitura:
Caffè aromatizzato proveniente direttamente dal Marocco, dono di Shamira!
Sbattere le uova e aggiungere la farina mescolando. Quindi il latte e il burro chiarificato. Lasciar riposare una ventina di minuti, almeno.
Riprendere l'impasto delle crespelle e versarlo, un mestolo alla volta, in una padella piatta e antiaderente facendolo scorrere bene fino al bordo; non esagerate con le dosi, è importante che siano sottili. Lasciar colorire leggermente e poi rigirarle per cuocerle anche dall’altro lato (a noi ne sono venute 12).
Per farle venire così, come se fossero ricamate, ho messo parte dell’impasto in un dosatore con beccuccio ed ho spremuto l’impasto creando un reticolo.
Ho quindi farcito con la crema, che ho pure servito a parte.
Ho spolverizzato con la miscela del caffè e ho servito con dei golosi cucchiai al cioccolato, dono di Giulia.
Suggerimenti:
-il Baileys è un liquore che i celiaci non possono bere, io però quando ho scoperto la ricetta di Sabrina, l'ho fatto e finalemente ho potuto ribere il mio adorato Baileys. Quindi se cucinate per un celiaco è importantissimo che il Baileys sia home made, non può essere quello in commercio;
-altra precauzione è il cacao, asicuratevi che sia senza glutine.
Per le crepes salate dovrete aspettare qualche altra ora…
Sono certa che avrete sospettato che con questa ricetta partecipo al contest di Menù Turistico di questo mese... che non ho mai vinto!



A presto
Stefania Oliveri

17 commenti:

  1. ma avete messo in palio milioni di euro per il contest? ah ah ah meglio farsi una bella risata di fronte a certe stuoide accuse..
    meglio parlare delle tue ottime crepes, golosissime :P

    RispondiElimina
  2. Mi piace il ripieno per adulti...mi piace da matti, te lo copio di sicuro, anzi lo faccio per stasera, mio marito ti ringrazierà!! :)

    RispondiElimina
  3. ...è la prima volta che leggo il tuo blog...bello! ...della prima parte di questo post non ho capito granchè, ma forse perchè mi sono persa dei pezzi precedenti, in ogni caso credo che la cosa più importante fosse questa meravigliosa ricetta per le crepes che mi ha davvero rapita! Adoro sia il caffè che il Bayles...da preparare al più presto di sicuro! Buona giornata, Iolanda

    RispondiElimina
  4. Cara Stefania, spesso in relazione ai comportamenti dei proprietari di blog o alle iniziative dei blogger si hanno dei preconcetti, costituiti magari dalla non conoscenza (di chi sta dall’altro lato dello schermo) o dall’aver ascoltato dicerie di altri che stillano il dubbio della mala fede o dell’antipatia: capita (a me è capitato di aver avuto racconti distorti su foodblogger e di essermi ricreduta, guardando bene con i miei occhi, e strada facendo!). La critica, per chi come noi si espone in uno spazio pubblico, capita di averla addosso in modo scorretto… talvolta ingiustamente ingiurioso. Fai bene dunque a mettere i puntini sulle “i”, ma anche alla fine a sorridere di chi ti critica alle spalle :)
    Condivido quando dici “ho partecipato a migliaia di contest e non ho mai vinto niente, ma non mi sono mai sognata di pensare che fossero truccati” infatti continuo a partecipare per il solo gusto di farlo e di divertirmi ^_^ complimenti per il contest (l’ho spulciato bene) mi impegnerò per riuscire a partecipare pur avendo pochissimo tempo in questo periodo.
    Le crepes? Mi inviti a merenda ^___^
    Tiziana

    RispondiElimina
  5. ma te famolo normale mai, eh?
    e non mi riferisco alla ricetta delle crepes, ma al ricamato. insomma, sei sempre oltre.

    per le proteste sotto-banco, non dico nulla che è meglio

    RispondiElimina
  6. Pensa....mi sono persa tutta la polemica....fortunata me! Per quanto mi riguarda, lo spirito con cui affronto queste sfide non è improntato alla vittoria ma a fare del mio meglio, perchè quello che mi piace è cucinare....certo il riconoscimento dei meriti fa piacere e vincere anche, a proposito sono the recipe-tionist di marzo, lo sapevi? ;-)
    Comunque a volte partecipo ai contest e mi dimentico, così anche se vincessi potrei anche non saperlo....
    Forse non hai mai vinto un contest ma sei fantastica, il tuo blog è fantastico e ora che so che hai fatto il bayles in casa ti adoro anche di più....un bacio

    RispondiElimina
  7. Una sola parola: GRANDIOSA! ti adoro!
    Dani
    ps: bella ricetta e ancora una bella foto!

    RispondiElimina
  8. Sai che la tua foto ricorda tantissimo le crepes thailandesi, fatte rigorosamente per strada e "legate" con fili di crepes che "sigillano" l'involucro creando proprio una specie di ricamo.....ma non così raffinato!!!
    Cerco un link...è molto divertente!

    Bacio magica!!

    RispondiElimina
  9. Ma queste crèpes sono bellissime! complimenti per l'idea di ricamare..col cibo!
    Anche io ho chiesto maggiori info su MT, ma solo perchè era poco chiara l'iniziativa, specifico x me, perchè sono una new entry nella lettura dei vostri bellissimi blog, non per partecipare!
    non so se ti può interessare, ma ho fatto una mimosa totalmente gluten free alla festa della donna, sia per il pan di spagna che per la farcitura, magari la puoi tener presente per confrontare delle ricette, non si sa mai..
    l'argomento gluten free è sempre soggetto a pregiudizi nelle persone ( ignoranti, aggiungo ).. io ho capito che quando preparo qualcosa che si discosta dal pensiero generale, evito semplicemente di dire com'è fatto! anzi me la vendo come l'ultimo ritrovato della scienza e della tecnica culinaria.
    Avrei però una curiosità, c'è qualche ricetta che hai provato a fare e rifare e non viene bene? sarebbe carino fare un pronto soccorso per le ricette ostiche!
    Saluti!

    RispondiElimina
  10. che stress pero' io pure ,come te e altre blogger scrivo di notte e nei ritagli di tempo... lavoro figli,lavoro e lavoro...pero' il blog deve essere trattato con serenità come i contest senza appellarsi per ogni pelo!uff!.... la tua ricetta in ogni caso mi piace un sacco soprattutto il bayles home made!!!!

    RispondiElimina
  11. stefania, tu sei unica, mitica, inarrivabile, grandiosa, straordinaria... in una parola: sei oltre! guarda, quasi quasi lancio un contest apposta per farti vincere ;)))))
    <3

    RispondiElimina
  12. Donna con la D maiuscola... Donna STRAORDINARIA...
    non ti curar di loro ma guarda e passa!
    Le crepes ricamate sono appetitose.
    Sempre FORZA SALVATOREEEEEEE!!!!
    Un mega abbraccio, Chiara

    RispondiElimina
  13. Stefi lascia perdere le sterili polemiche (altrui) e pensa che quando il saggio indica la luna lo stolto guarda il dito!
    Quindi menomale che le mani e le lame le sai usare bene! Sono un merletto, le tue crepe!!
    Al tuo contest mi piacerebbe partecipare ma non so di non avere la competenza e la conoscenza degli alimenti che posso proporti... Giuro che ci provo...almeno a pensarci... e spero di NON vincere!
    Nora

    RispondiElimina
  14. bayles caffè caccao...con questi ingredienti sono uno spettacolo le tue crepes!

    RispondiElimina
  15. .. epperò, le crepes con i merletti... secondo me, è un messaggio subliminale... cosa starai "tramando", questa volta? :-))))

    RispondiElimina
  16. Chapeau Stefania ! Credo provero a farle ! e complimenti per la cottura :)

    RispondiElimina

Dimmi la tua...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails